Cosa vedere in Colombia: itinerario e consigli

L’estate scorsa ho organizzato il mio viaggio in Colombia, in questo post voglio lasciarvi informazioni utili sul viaggio, idee di itinerari, cose imperdibili da vedere per avere un quadro completo su cosa vedere in Colombia.

Vi sono infatti luoghi che assolutamente vanno inseriti in un viaggio in Colombia, altri che potrebbero essere visti avendo più giorni a disposizione. Tenete conto che la Colombia è un paese molto vasto, per vederla compiutamente ci vorrebbe almeno un mese, un giusto compromesso potrebbe essere almeno due settimane, facendo una buona programmazione delle cose da vedere e pianificando gli spostamenti.

Colombia-bogotà-candelaria-tropicalspirit

Candelaria Bogotà

Come spostarsi in Colombia

Viste le lunghe distanze il mezzo più conveniente è l’aereo. Ci sono voli interni a prezzi piuttosto competitivi, con Avianca e Lan Airlines ho trovato buone tariffe. Per cui se volete risparmiare tempo, l’aereo è in assoluto  il mezzo migliore.

La rete stradale, al di fuori delle grandi città, non è molto sviluppata per cui gli spostamenti in pullman o auto risultano piuttosto lunghi. Ci sono comunque pullman comodi e se il vostro budget è più limitato possono costituire una valida alternativa.

Bogotà-colombia-tropicalspirit-tropical-spirit

Bogotà

Cosa vedere in Colombia

Vi indico di seguito i luoghi che ho visitato e vi fornisco una breve descrizione su cosa vedere in Colombia.

Bogotà

Bogotà è uno dei luoghi imperdibili in un viaggio in Colombia, probabilmente è anche l’aeroporto in cui atterrete con il vostro volo intercontinentale e la città merita di trascorrervi almeno tre, quattro giorni. Per iniziare ad avere una buona visuale della città vi consiglio un free tour tra i numerosi che partono dal centro storico. Io ho trovato molto valido quello organizzato da Beyond tour che ci ha portato in giro per la Candelaria, il centro storico della città.

Questa è una zona molto suggestiva, la zona coloniale della città ricca di palazzi, chiese, locali, dove si avverte l’impronta spagnola e l’atmosfera tra le case colorate e i murales delle strette vie è incredibile.

Tra le cose da non perdere a Bogotà il Museo Botero, il Museo dell’oro, la fondazione dedita a G. G. Marquez.

cosa-vedere-in-colombia-bogotà-tropicalspirit

Bogotà

Villa de Leyva

A circa 4 ore da Bogotà si trova questa graziosa città. Io ho organizzato un tour in giornata con transfert privato a Villa de Leyva, la città è piccola per cui anche solo in giornata la si può visitare ma l’atmosfera è così calda che merita a mio avviso passarci una notte. Immaginatevi una città bianca, con il ciottolato per terra, i fiori alla finestra, i patii interni alle case, vie strette in pietra, tutto vi riporta a un’epoca ormai passata.  La città è un gioiello coloniale con la Piazza Maggiore di 14.000 metri quadrati circondata da case dalla tipica architettura spagnola.

villa-de-leyva-colombia-tropicalspirit

Villa de Leyva

Raquira

Forse non è propriamente una meta da non perdere ma questa coloratissima cittadina merita una visita se si ci dirige verso Villa de Leyva. È dedita alla produzione della ceramica ed è un’esplosione di colore come varie parti della Colombia.

Colombia-raquira-villadeleyva-tropicalspirit

Raquira

Eje Cafetero

All’inizio non ero sicura se inserire questa zona nel mio itinerario, ma a posteriori posso dire di essere contenta di averlo fatto e aver visto questa zona naturale. Il clima tropicale della zona è ideale per le numerose piantagioni di caffè che vi si trovano. Con un volo sono atterrata a Pereira ed ho soggiornato presso un Hacienda caratteristica. Inoltre in questa zona è possibile visitare una delle varie finca in cui producono il caffè, uno dei prodotti maggiormente esportati dalla Colombia.

Durante le visite guidate si potranno comprendere le varie fasi della lavorazione del caffè, si potranno degustare le varie qualità prodotte e si potrà godere di un panorama incantevole.

In questa zona è possibile visitare anche la Valle del Cocora. La si raggiunge dalla cittadina di Salento con colorate willyes, le jeep risalenti alla II guerra mondiale. Le famose e altissime palme che superano i 60m risiedono solo qui. Nel parco si possono svolgere numerosi percorsi di trekking che consentono di camminare sotto questi giganti

Colombia-valle-del-cocora-tropicalspirit

Cosa vedere in Colombia: Valle del Cocora

Colombia-Salento-tropicalspirit

Filandia Colombia

Salento e Filandia

Due villaggi imperdibili che si trovano in questa zona, colorati, vivaci, caratteristici, un peccato non vederli. Soprattutto Salento l’ho trovata carinissima sembra di immergersi in un’atmosfera d’altri tempi tra le case colorate, i negozietti uno più carino dell’altro e l’infinita gentilezza dei suoi abitanti.

Colombia-salento-tropicalspirit

Colombia Salento

Colombia-filandia-tropicalspirit

Filandia Colombia

Medellin

Questa è una tappa imperdibile per un viaggio in Colombia e per comprendere il paese, ho così infatti intitolato un mio post che vi consiglio di leggere se volete approfondire l’argomento. La città è stata il centro del narcotraffico ed una delle più pericolose città al mondo. Oggi ha cambiato fama, vi è stato un grande recupero della zona.

La città è tranquillamente visitabile e pur non essendo ricca di opere d’arte e musei, è molto interessante da visitare soprattutto la visita della Comuna 13, la favela arroccata sulla collina della città dove un tempo si combatteva la guerriglia cittadina. Se avete visto la serie Narcos non potete perderla. La città è piuttosto moderna piena di centri commerciali e  locali.

Colombia-medellin-tropicalspirit

Medellin Comuna 13

San Andres

Questa è invece una tappa che non ho apprezzato molto, sì mi dispiace doverlo dire ma tanto ho apprezzato la Colombia, tanto mi ha deluso San Andres. Mi voglio spiegare meglio per non essere fraintesa. L’isola è situata nel Mar dei Caraibi, piuttosto lontana dalla Colombia ed è raggiungibile in aereo, naturalmente il panorama naturale, come in tutte le isole caraibiche è molto bello, mare cristallino e vegetazione lussureggiante. Ho trovato però l’isola trascurata, sporca, rovinata da un turismo di massa veramente eccessivo. Intorno all’isola ci sono tanti piccoli cayo da visitare.

Le isolette sono idilliache con un mare dalle mille sfumature ma dovreste vedere la quantità di gente che vi viene depositata ogni giorno. Una moltitudine di gente sbarca a tutte le ore, un turismo aggressivo che deturpa la bellezza delle spiagge. Sinceramente per fare del mare dirotterei su Providencia oppure starei nelle Isole del Rosario più vicine a Cartagena risparmiando il costo del volo.

San- Andres-colombia-tropicalspirit

San Andres Colombia

Cartagena

Questa tappa è il top del viaggio in Colombia, la meta più ambita del paese. Il centro storico è splendido, rimanda all’atmosfera di Marquez. Infatti è magico perdersi tra le sue vie coloniali con balconi fioriti e porte in legno, assaporarne i profumi, girare alla ricerca dei suoi angoli più suggestivi e colorati. Ancora più coinvolgente il quartiere di Getzemani meno turistico e più vero con tanta Street art colorata.  La città è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio Storico dell’Umanità e conserva infatti intatto il fascino e l’incanto del periodo coloniale.

cartagena-colombia-tropicalspirit

Cartagena

Giunta alla fine del viaggio, osservando un tramonto dorato a Caffè del Mar non posso che ricordare una frase di Marquez su Cartagena “mi bastò fare un passo dentro le cinta per vederla in tutta la sua grandezza nella luce malva delle sei del pomeriggio, e non mi fu possibile reprimere la sensazione di essere  rinato”. Ecco questa è l’immagine che voglio conservare della Colombia. Un paese fatto di sorrisi, colori, storia, profumi, elementi che si intrecciano colpendo realmente l’anima e allora penso che forse Macondo esiste davvero, un luogo meraviglioso che aspetta di essere scoperto!

Café del Mar Cartagena

Se vi è piaciuto l’articolo condividetelo su Pinterest !

 

Potrebbe interessarti anche….

No Comments

    Leave a Reply