Yucatan: tropici, templi e margarita

Il Messico è un paese colorato, meraviglioso, ricco di luoghi suggestivi sia dal punto di vista naturalistico che archeologico. Vale la pena visitarlo per immergersi nel calore e nelle tradizioni del popolo. Ho visto diverse zone del Messico, ma una delle parti che consiglio di più in assoluto è lo Yucatan. La penisola messicana affacciata sul Mar dei Caraibi è un luogo straordinario. In un’area relativamente piccola vi è un concentrato di bellezze naturali e storiche che rendono la permanenza ricca e completa, una vacanza balneare e culturale allo stesso tempo.

Riviera Maya

Acque color smeraldo bordate di palme: è la Riviera Maya il tratto di costa tra Cancun e Tulum, che racchiude appunto spiagge belle e ampie, una vegetazione florida, resort di lusso per tutti i budget e una popolazione calorosa che fa della musica e del buon bere una ragione di vita.

Andiamo per ordine ecco i punti nevralgici da visitare durante una vacanza nello Yucatan:

Chichén Itza

Il sito Maya più famoso e meglio conservato, dove i maestosi templi si congiungono alla foresta. Appena entrati s’incontra il Castillo, il tempio simbolo di Chichén Itza che non è altro che un enorme calendario, infatti le diciotto terrazze rappresentano i diciotto mesi dell’anno dei Maya. La piramide è molto ripida. Purtroppo ora non si può più salire sulla cima, peccato perché la vista dall’alto meritava la faticosa salita. Durante gli equinozi di primavera e autunno, luci e ombre creano un’illusione ottica e richiamano un serpente piumato che sale e scende dalla piramide. Un altro luogo famoso del parco archeologico è il campo principale del gioco della palla, i bassorilievi sugli spalti ricordano la sorte dei capitani sconfitti e decapitati. Un’ immagine emblematica è poi il Chac -mool nel tempio di Los Guerreros, una figura enigmatica probabilmente un altare sacrificale dedicato al dio della pioggia. Il parco è molto visitato e soprattutto è preso d’assalto nella tarda mattinata quando pullman di turisti arrivano in escursione dai vari resort della Riviera Maya. L’ideale sarebbe visitare il sito, noleggiando un auto (la strada per arrivare da Playa del Carmen è molto scorrevole) presto al mattino o nel pomeriggio.

Chichén Itza, Messico, Maya, Tropical Spirit

Chichén Itza

Tulum

Il sito di Tulum ha una sua bellezza particolare dovuta alla splendida ambientazione a picco sull’oceano. Qui i templi Maya si affacciano infatti nelle onde del Caribe. Il sito è il più vicino a Playa del Carmen, ci si arriva in meno di un’ora di viaggio, vi sono anche autobus locali che lo raggiungono.  La piramide è immersa nel verde e la spiaggia antistante è bellissima: una distesa di sabbia bianca e un mare caraibico cristallino. Il colpo d’occhio è veramente unico. Tulum è anche una piccola cittadina carinissima che si sta sviluppando a vista d’occhio. La zona è ancora un pò più vera rispetto al resto della Riviera Maya. Vi sono ancora tanti baretti sulla spiaggia e tante posade, alcune molto spartane ma ricche di fascino. La strada principale è completamente immersa nella vegetazione e ai lati vi sono tanti localini molto carini, ricchi d’atmosfera soprattutto alla sera. La spiaggia è molto ampia. In fondo alla strada vi è la biosfera di Sian Ka’an da visitare, dove sarà possibile vedere piscine naturali, lagune, foreste e soprattutto animali quali: delfini, coccodrilli, tartarughe, uccelli.

Rovine di Tulum, Messico, Tropical Spirit

Tulum

 

Coba

Coba è una località più selvaggia e meno visitata. Il sito archeologico è immerso nella foresta, si può girare con delle piccole biciclette o dei risciò, naturalmente è possibile anche la visita a piedi. La piramide principale di  Nohuch Mul è molto ripida, alta circa 43 mt, bella però, ricorda quella di Tikal in Guatemala. Dopo aver fatto i 120 scalini si arriva alla cima, dove si ha una bellissima vista sulla vegetazione fitta della zona circostante, si possono vedere anche piramidi più basse immerse nella jungla.

 

Tempio a Coba, Yucatan, Messico, Tropical Spirit

Coba

Playa del Carmen

Un tempo era un villaggio di pescatori, oggi è la meta preferita per shopping e divertimenti. Pur essendo molto trafficata non è caotica e sviluppata come Cancun, le case non superano i due piani di altezza, è molto carina, la spiaggia più vivace della costa caraibica.  Alla sera la Quinta Avenida, lunga via di struscio che scorre parallela alla spiaggia (che offre cibo, drink, musica per tutti i gusti), si affolla per restare sveglia fino all’alba. Vi sono molti locali caratteristici. Piacevole è sorseggiare una tequila o i vari tipi di margarita osservando la gente che passeggia oppure assistere a un tramonto sulla spiaggia sorseggiando un aperitivo in un bar lato mare.

Playa del Carmen, Messico, Tropical Spirit

Playa del Carmen

Cancun

Cancun è tutta diversa. Le strade sono più larghe, a più corsie, grattacieli e alberghi a 5 stelle assicurano ai turisti ogni comfort immaginabile. La spiaggia è sempre bianca ma le costruzioni danno un’aria più metropolitana. Centri commerciali immensi l’avvicinano a città occidentali. A Cancun si va soprattutto per la vita notturna, varie discoteche offrono spettacoli di tutti i tipi. In generale non mi è piaciuta particolarmente, un misto tra Las Vegas e Acapulco, ma comunque merita una visita per vedere una parte di Messico molto più occidentale.

Dove dormire

Ci sono tantissime ottime strutture sulla Riviera Maya. Una diversa dall’altra ma tante, veramente ottime, per cui non è facile suggerire dove dormire perché selezionandone alcune si fa torto ad altre. Vi darò alcuni consigli essenzialmente legati alla posizione, al tratto di mare antistante e alla caratteristica delle spiagge. I colori del mare sono molto belli, un misto tra verde e turchese, la spiaggia bianca e ricca di palme. Il mare però difficilmente è proprio calmo.

 

Akumal, Yucatan, Messico, Tropical Spirit

Akumal Yucatan

Akumal

Una delle zone più tranquille, con spiaggia bianca bellissima e  con un pò di barriera corallina è la zona di Akumal, quella in cui in assoluto ho trovato il mare migliore. Un  resort  situato in ottima posizione è Akumal Beach & Bay Wellness Resort. Situato su una spiaggia spettacolare, dove le tartarughe vengono a deporre le proprie uova. Da luglio e novembre sarà facile vedere le piccole tartarughe uscire dai nidi.

Tulum

La zona di Tulum è bella perché meno trafficata. Vi sono proprio tratti di spiaggia immensi per camminare, il mare è spesso però leggermente mosso. Come vi ho già detto ci sono ottime cabanas piuttosto spartane sulla spiaggia, ma perfette per chi vuole un clima più informale e a contatto con la natura per soggiornare. Non mancano anche ottimi resort. Ad esempio molto bello è il Be Tulum, molto curato con camere spaziose direttamente sulla spiaggia.

Playa Maroma

Per chi vuole invece essere più comodo per la movida di Playa del Carmen meglio soggiornare in zona Playa Maroma. In particolare segnalo il Sea Club Catalonya Playa Maroma situato in un giardino tropicale bellissimo e in una baia strepitosa. Il tratto di mare è suggestivo con spiaggia bianca, il resort è molto completo con ristoranti di tutti i tipi, ottima animazione e assistenza per i bambini. La struttura è soprattutto molto armoniosa con l’ambiente naturale ed è adatta a tutti i tipi di vacanzieri.

La costa messicana offre veramente tanto: spiagge e mare infinito, mondanità e divertimenti, ma anche tanta attenzione all’ambiente all’ombra dei Maya.

Potrebbe interessarti anche….

No Comments

    Leave a Reply